Inseminazione Intrauterina (IUI)

Inseminazione Intrauterina (IUI)

L’inseminazione intrauterina (IUI) nota anche come inseminazione artificiale di tipo omologo è una tecnica di primo livello, semplice e meno costosa riguardando il trattamento dell’infertilità. L’inseminazione intrauterina può essere effettuata con o senza farmaci di fertilità e consiste nell’introduzione del liquido seminale, opportunamente trattato, all’interno della cavità uterina.

 

Questa tecnica può essere indicata in casi di:

  • sterilità femminile inspiegata
  • infertilià maschile con lieve o moderata oligo-astenospermia
  • fattore cervicale
  • endometriosi

Condizioni per l’applicazione del metodo:

  • tube sane e pervie
  • l'età della donna non deve superare i 35 anni
  • Campione di liquido seminale con lieve o moderata oligo-astenospermia

Come si svolge?

L’inseminazione intrauterina (IUI) può essere attuata su ciclo spontaneo, quindi durante la fase ovulatoria o con induzione dell’ovulazione attravesro la somministrazione di farmaci (gonadotropine ricombinati). In questo caso il liquido seminale con l’aiuto di uno speciale sottile catetere viene depositato nella cavita uterinà. La procedura è indolorosa e dura solo pocchi minuti.

Percentuali di successo

Le probabilità di rimanere incinta con questa tecnica variano tra 10%-15% per ciclo e dipedono da:

  • età della paziente
  • le cause di infertilità della coppia
  • i valori del liquido seminale, quindi la qualità e il numero di spermatozoi che sono selezionati dopo la preparazione in laboratorio
  • Il tipo di stimolazione eseguita
  • Il numero di follicoli ottenuti dopo la stimolazione

Generalmente, se dopo 3-4 cicli di inseminazione intaruterina non intercorre una gravidanza, è opportuno rivalutare il caso e passare probabilmente ad eventuali altre procedure più sofisticate, quale la fecondazione in vitro.

Gemelli al primo tentativo IUI

Esperienze IUI

​Νοn perdere tempo!Fissate ora un appuntamento gratis!

Contatt​ate​ ​oggi ​il Dott.​Thanos ​ Paraschos