Congelamento e scongelamento di embrioni

Congelamento e scongelamento di embrioni

Dopo il trasferimento embrionale (dopo una fivet con ovuli propri o quelli di una ovodonatrice), gli embrioni in eccedenza della coppia vengono coltivati fino al 5° giorno di evoluzione e quanti di questi arrivano allo stadio della blastocisti vengono congelati con il metodo della vitrificazione (vitrification), allo scopo di essere usati dalla coppia in un qualche ciclo successivo. Solitamente il 30-40% degli embrioni riesce ad arrivare allo stadio della blastocisti.

Scongelamento Embrioni

Durante lo scongelamento, la percentuale di embrioni di buona qualità arriva all’80%, mentre la percentuale di gravidanza trasferendo embrioni crioconservati è del ~40%.

Gli embrioni crioconservati sono conservati in speciali contenitori e mantenuti con azoto liquido a -196° C.

Secondo la legislazione greca, la loro conservazione avviene per un periodo di 5 anni, mentre alla fine di questo periodo viene data la possibilità di rinnovo per altri 5 anni. Superate le scadenze di cui sopra, gli embrioni o vengono messi a disposizione per obiettivi di ricerca e terapeutici o vengono distrutti.

Contattaci per qualsiasi richiesta o informazione!

​Νοn perdere tempo!Fissate ora un appuntamento gratis!

Contatt​ate​ ​oggi ​il Dott.​Thanos ​ Paraschos