Congelamento degli ovociti con il metodo della vitrificazione

Congelamento degli ovociti con il metodo della vitrificazione

Il congelamento degli ovociti è una nuova tecnica di riproduzione assistita che permette alle donne di congelare i propri ovociti in modo da poter scegliere il momento in cui diventare madre. In Europa sono già nati diversi bambini grazie a questa procedura che raggiunge percentuali di successo simili a quelle relative all’uso di ovociti non congelati (freschi). L'uso di questa tecnica continuerà a progredire in futuro grazie ai vantaggi offerti alla donna. Innanzi tutto, con questo metodo, una donna può conservare la propria fertilità qualora dovesse essere sottoposta a una terapia medica che potrebbe compromettergliela. Inoltre, fornisce alle donne la possibilità di rinviare la maternità pur mantenendo intatto il materiale genetico dei propri ovociti.

Il congelamento degli ovociti presso la nostra struttura è una pratica molto richiesta e siamo ora in grado di offrirla a chi ne ha bisogno sia per motivi medici sia per motivi personali.

Perché il congelamento degli ovociti della donna può essere una buona idea?

La fertilità di una donna diminuisce notevolmente con il passare del tempo a causa dell’invecchiamento delle ovaie, per cui le probabilità di rimanere incinta in modo fisiologico e di avere un figlio sano si riducono notevolmente.

Le donne nascono con una determinata riserva di ovociti che si riduce progressivamente (ad ogni ciclo mestruale vanno perduti circa 1000 ovociti e dopo i 35 anni di età rimane solo il 10% di questa riserva. Inoltre, la qualità degli ovociti diminuisce e non è raro che una donna fra i 38 e i 40 anni non disponga più di ovociti che le diano un bambino sano. L’età della donna influisce sulla produzione di ovociti portando al fallimento dei tentativi di procreare o ad anomalie cromosomiche come ad esempio la sindrome di Down.

Congelare gli ovociti durante il periodo di maggiore fertilità di una donna consente di ovviare a questo tipo di problemie aumenta le possibilità di avere un figlio sano.

In quali casi si applica il congelamento degli ovociti?

  • Per conservare la fertilità di donne non sposate finché non trovano un compagno adatto, oppure, in caso di coppie che rinviano la procreazione per motivi professionali.

  • Prima di una terapia contro i tumori. La chemioterapia e le radiazioni provocano danni irreversibili agli ovociti. L’unico modo per conservare la fertilità è il congelamento degli ovociti prima della terapia.

  • Altri motivi medici come ad esempio l'asportazione delle ovaie.

  • Per motivi morali, nel corso di un ciclo di fecondazione artificiale, qualora la coppia non condivida la pratica del congelamento degli embrioni.

  • Per aumentare le percentuali di successo in donne con una riserva limitata di ovociti. La fecondazione di tutti gli ovociti avviene dopo diversi cicli di stimolazione delle ovaie.

Come avviene il congelamento degli ovociti?

Innanzi tutto si procede alla raccolta degli ovociti dopo un trattamento ormonale adeguato per stimolare le ovaie. In seguito, si congelano gli ovociti a temperature molto basse evitando la formazione di cristalli al loro interno. Per raggiungere questo obiettivo si utilizza una grande quantità di uno speciale liquido di crioconservazione che protegge la membrana plasmatica degli ovociti.

In seguito, per la gravidanza, si scongelano gli ovociti e si fecondano. Il trasferimento dell’embrione avviene dopo 2 o 3 giorni senza la necessità di una terapia ormonale.

Dal 1996 ad oggi, presso la nostra clinica, si svolge una ricerca scientifica che contribuisce in modo significativo al miglioramento delle tecniche di riproduzione assistita e delle terapie per la fertilità. Presso la nostra clinica, i pazienti hanno la fortuna di collaborare con gli specialisti che stanno portando avanti questi studi.

Chiedici qualsiasi cosa sul congelamento degli ovuli presso EMBIO in Atene!

​Νοn perdere tempo!Fissate ora un appuntamento gratis!

Contatt​ate​ ​oggi ​il Dott.​Thanos ​ Paraschos